Un cuore grande così. Nella sua vita personale e professionale il cuore è stato al centro di tutto. Curare il corpo ma anche lo spirito, guidare donne e uomini nella cura dei pazienti, ma anche nell’amministrazione politica della macchina comunale della sua San Severo.

Raffaele, classe ’51, ha sempre lavorato in modo indefesso e con forte senso del dovere per la sua famiglia ma anche per la comunità. Sposato, padre di due figli,  nonno di una bellissima bambina, fortemente legato alla figura sacra della Madonna del Soccorso, persona diretta e trasparente.

Laureato a pieni voti e con lode in Medicina e Chirurgia all’Università di Bologna nel 1976, da subito capisce che la cardiologia sarebbe stata una missione più che una professione. Dal ’73 al ’76, frequenta come allievo l’Istituto di Cardiologia della Patologia Medica 2 del Policlinico Sant’Orsola di Bologna, diretto dal prof. Magnani. Concluso il triennio formativo, nel ’77 frequenta il tirocinio pratico ospedaliero tra Bologna, Roma e Foggia. Ha frequentato la Scuola di Specializzazione in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università Cattolica, effettuando il tirocinio pratico ospedaliero presso il Servizio di Cardiologia del Policlinico Gemelli dal Marzo all’Agosto 1977, riportando il giudizio di “Ottimo” e partecipando attivamente all’attività di ricerca e didattica.

Gli anni tra il ’78 e l’81 saranno decisivi per la sua carriera. Chiamato come assistente ordinario presso il Servizio di Cardiologia – UTIC degli OO.RR. Foggia, successivamente, con lo stesso incarico, approda al Servizio di Cardiologia dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di S. Giovanni Rotondo (FG). Sarà nella città di San Pio che Raffaele troverà la sua dimensione e darà il suo più grande contributo. In quegli anni, il reparto di Cardiologia era ai primordi. L’intraprendenza giovanile e la convinzione che le conoscenze apprese negli anni di studio e tirocinio a Bologna e Roma potessero divenire spendibili per il territorio, hanno fatto sì che divenisse primario di Cardiologia – UTIC dell’Ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” IRCCS di San Giovanni Rotondo, ruolo ricoperto dal 1991 al 2016. Si deve perciò a Raffaele la nascita e affermazione di uno dei reparti più moderni ed efficienti di cardiologia in Italia.

Nella sua lunga carriera, ha coordinato il lavoro di stesura di oltre 100 tesi di cui molte di tipo sperimentale, ha insegnato nelle università di Foggia e alla Cattolica del Sacro Cuore di Roma ed è stato autore di oltre 150 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali.

Dal 2016 al 2019, ricopre la carica di assessore al Comune di San Severo assumendo le deleghe alla Salute, Polizia Locale, Sicurezza, Legalità, Trasparenza, Igiene Urbana, Randagismo, Politiche Giovanili, Rapporti con le Forze dell’Ordine, Innovazione, Sport e Tempo libero.

Concluso il suo mandato politico, in vista delle elezioni amministrative di maggio 2019 per il rinnovo del Consiglio Comunale di San Severo, ha dato vita ad una serie di forum consultivi e monotematici con la cittadinanza, trattando argomenti come scuola, agricoltura, lavoro e sicurezza. Dalle consultazioni prende vita il progetto obiettivo “San Severo 2024 capoluogo dell’Alto Tavoliere”. Raffaele, su richiesta dei cittadini, decide di dare vita alla lista civica Volare Alto per partecipare come candidato sindaco alle amministrative 2019.